Il mondo dell'editoria si sta sempre più evolvendo in maniera tecnologica, da qualche anno sono disponibili dei lettori che permettono di leggere libri anche in formato digitale. I formati più utilizzati per questi libri digitali sono il formato .pdf, il formato .epub e il formato .mobi; il primo è ormai ampiamente diffuso da decenni ed è di uso comune, tuttavia la dimensione dei file può risultare proibitiva per dispositivi mobili, per questo sono stati creati i due formati successivi: l'epub che viene tipicamente letto da iPad e iPhone e il formato .mobi che è tipico del Kindle.

In questo articolo spiegherò come sia possibile leggere file epub sul proprio computer attraverso tre semplici strumenti gratuiti.

Un primo strumento utile da mettere nella nostra cassetta degli attrezzi è la comoda estensione per Mozilla Firefox EPUBReader, che ci permette di visualizzare gli e-book direttamente nel nostro browser, l'estensione può essere facilmente (e gratuitamente) scaricata dal sito degli addons di Mozilla Firefox, ha però come difetto quello di non riuscire a gestire gli e-book protetti con DRM (Digital Right Management) e quello di non riuscire a gestire biblioteche. Tuttavia è uno strumento molto utile.

Un secondo strumento che è utilizzabile direttamente dal web è il servizio bookworm, questo servizio permette di leggere sul browser l'e-book senza scaricare neanche un byte sul nostro computer, infatti basta iscriversi e inviare a bookworm il link alla risorsa, dopodiché provvederà  lui a fare tutto il lavoro.

 

Il terzo e ultimo strumento è un reader prodotto dalla adobe, Adobe Digital Edition. Questo programma permette di leggere i file epub scaricati sul proprio computer, permette di organizzare una biblioteca personale e riesce anche a ricordare a quale pagina eravate arrivati nella vostra letura. Un difetto che ha è quello di visualizzare solo una pagina che oltretutto può essere di dimensioni maggiori rispetto allo schermo e che quindi è scorribile, creando qualche fastidio nella lettura.

 

Risorse esterne


Recentemente mi è capitato uscendo con degli amici che uno di loro portasse una macchina fotografica e immortalasse i nostri momenti di svago, dopodiché invece di passare a tutti il cd con le foto o inviarle per e-mail le ha caricate su facebook.
Visto che erano molte foto e che non avevo voglia di passare una giornata a scaricarle tutte mi sono posto il problema di poter scaricare tutto l'album in automatico, dopo diverse ricerche ho trovato un estensione per Mozilla Firefox che faceva al caso mio.
L'estensione in questione è FacePad comodamente scaricabile dal sito delle estensioni di Firefox.
Una volta installata basta fare click con il pulsante destro sul nome dell'album, cliccare su download with FacePad, scegliere la cartella di destinazione e il gioco è fatto; è anche possibile usare dei prefissi per le foto.

Per chi invece preferisce utilizzare Google Chrome esiste anche qui una pratica estensione, di facilissimo utilizzo, chiamata Download Facebook's albums Photos.

Riferimenti

UPDATE: Dal 26 gennaio 2011 a causa di una diffida da parte di Facebook il plugin FacePad non è più disponibile.

A tutti sarà  capitato almeno una volta di avere un processo in esecuzione che non si riesce a terminare dal pannello di gestione delle attività .

Utilizzando la shell (start->esegui->cmd) si può utilizzare un utile programma che microsoft ci mette a disposizione: taskkill.

Introduzione

Tra le varie estensioni di thunderbird cen'è una veramente utile: enigmail.

Enigmail permette di cifrare, decifrare e firmare e-mail con molta facilità .

Per crittografare le e-mail, Enigmail si basa su GnuPG: si tratta del "motore di cifratura" vero e proprio che può essere sfruttato da altre applicazioni. GnuPG rappresenta il successore opensource del famosissimo PGP.

Prerequisiti

Enigmail come detto in precedenza ha necessità  di appoggiarsi ad un motore crittografico che va installato a parte.

Dove trovarlo

Come ogni altra espansione di thunderbird, anche enigmail, può essere scaricato dal sito https://addons.mozilla.org/it/thunderbird, una volta scaricato basta recarsi nel menù strumenti->componenti aggiuntivi->installa.

E il gioco è fatto.

Il cifrario di Vernam è considerato un cifrario perfetto, si basa sul cifrario di Vigenere ma presuppone che che la chiave della stessa lunghezza della parola da cifrare e non riutilizzabile, per questo veniva definito OPT(One Time Pad ); la codifica viene realizzata semplicemente sommando le lettere del testo in chiaro con quelle della chiave.

Ad esempio facendo corrispondere A=0,B=1;C=2; ecc. si avrebbe :

Testo in chiaro: C I A O
Chiave: A J R F
------------------------
Testo cifrato: C R R T
Bibliografia

Singh, Simon. "Codici e segreti", Bur,2003

Siamo sicuramente tutti a conoscienza del fatto che, cancellando qualcosa dal nostro nostro computer, eliminiamo solamente il riferimento alla memoria che contiene l'informazione e non l'informazione stessa.  Ad una mano esperta  che abbia intenzioni malevole può risultare non troppo difficile recuperare il contenuto del nostro disco,è  per questo dobbiamo conoscere alcuni strumenti che ci permettano di rendere, se non impossibile almeno più difficile,il compito di questi malintenzionati.

Il primo software che prendiamo in considerazione fa parte della dotazione standar di linux e si chiama shred. Questo utilissimo programma come si legge nel manuale "overwrite a file to hide its contents, and optionally delete it"[1][2]. L'uso è semplicissimo:

shred -nN <nomefile>

dove -n indica che si deve scrivere più volte sul file ed N indica il numero di volte.

Un altro utile programma per la distruzione sicura dei file è wipe, liberamente scaricabile da sourceforge, che tuttavia ha un comportamento simile a shred.

 

C'è poi una "terza via" che permette di rendere irrecuperabili i dati da un intero supporto, facciamo l'sempio di voler cancellare completamente il disco mappato su /dev/sda2, usando il comando:

$ dd if=/dev/urandom of=/dev/sda2

si riempie tutto il disco con informazioni casuali

Il cifrario playfair è un sistema di cifratura simmetrica fu inventato da Charles Wheatstone,basato su una matrice 5x5 riempita con la chiave e successivamente con tutte le restanti lettere dell'alfabeto in ordine, senza ripetizioni.

La codifica avviene rispettando quattro semplici regole:

  • il testo in chiaro viene suddiviso in blocchi di due lettere senza ripetizioni.
  • se le lettere in chiaro sono sulla stessa riga si sostituiscono con le lettere alla loro destra
  • se le lettere in chiaro sono sulla stessa colonna si sostituiscono con le lettere al di sotto
  • se non si verificano le precenti due condizioni si sostituiscono con le lettere corrispondenti agli angoli opposti sul rettangolo formato da esse.
Joomla templates by a4joomla