Uno dei problemi più noti a chi utilizza i dispositivi Android è il fatto che la memoria dichiarata dal produttore raramente corrisponde alla memoria libera effettivamente utilizzabile. Negli Smartphone che hanno lo slot per la memoria esterna, quasi tutti a dire il vero, è possibile trasferire foto, video e parte delle applicazioni nella memoria esterna. [Parte delle applicazioni nel senso che i dati principali dell'app restano sulla memoria interna mentre i dati accessori vengono scritti nella memoria esterna]
Dalla versione 6 di Android (Marshmellow) è stata introdotta la funzionalità adoptable storage, che permette di configurare una parte della scheda SD come se fosse memoria interna, in questo modo tutte le applicazioni che potevano essere spostate in parte nella memoria esterna vengono installate interamente sulla scheda.

Da circa sei mesi il popolarissimo social network Instagram ha ampliato l’offerta con Stories.
Le stories sulla falsa riga di quello che era il main aim di Snapchat (di cui qualcuno sostiene siano una brutta copia), consentono di caricare foto e brevi filmati della durata di non più di 90 secondi scattati direttamente dalla fotocamera dell’applicazione oppure caricare dalla propria galleria immagini o video scattati nelle ultime 24 ore. Se il profilo dell’utente è pubblico le stories possono essere visualizzate da chiumque per un periodo di 24 ore.
In teoria sarebbe possibile salvare soltanto le proprie stories, ma continuando in questo articolo scopriremo che esistono vari metodi per poter scaricare anche quelle degli altri.
Anche se è un’applicazione per mobile, tutti i contenuti sono sono stipati su un qualche tipo di server, l’applicazione ha quindi necessità di conoscere “l’indirizzo” a cui trovare questi contenuti, scoperto l’indirizzo è possibile anche salvarli.
Fortunatamente al mondo esistono tanti bravi programmatori e smanettoni che ci semplifica le cose creando applicazioni che fanno il lavoro sporco al posto nostro.

Ognuno di noi ha all'interno della sua galleria foto, immagini o video imbarazzanti che non vorrebbe mai far vedere in pubblico.
Esistono vari applicazioni che permettono di nascondere questa parte della nostra collezione multimediale  e possono essere scaricate dopo una semplice ricerca sull'app store,  ma esiste anche un metodo semplice che permette di non occupare risorse importanti, come memoria o tempo di processore, lasciandole libere per fare altro.

A volte può capitare che nel menu Componenti scompaia la voce Aggiornamenti di Joomla! . Questo di solito accade dopo un aggiornamento fatto copiando i nuovi file sul server.
Per ovviare a questo inconveniente e necessario andare a modificare una specifica tabella del database, solitamente tutti gli hosting mettono a disposizione il comodo strumento phpMyAdmin. La tabella da modificare è #__menu  con la query seguente:

 

INSERT INTO `#__menu` (`menutype`, `title`, `alias`, `note`, `path`, `link`, `type`, `published`, `parent_id`, `level`, `component_id`,  `checked_out`, `checked_out_time`, `browserNav`, `access`, `img`, `template_style_id`, `params`, `lft`, `rgt`, `home`, `language`, `client_id`) 
VALUES ('menu', 'com_joomlaupdate', 'Joomla! Update', '', 'Joomla! Update', 'index.php?option=com_joomlaupdate', 'component', 0, 1, 1, (SELECT extension_id FROM #__extensions WHERE `name` = 'com_joomlaupdate'), 0, '0000-00-00 00:00:00', 0, 0, 'class:joomlaupdate', 0, '', 41, 42, 0, '*', 1);
In cui #_ va sostituito con il prefisso delle tabelle impostato sul vostro database. esempio: se la vostra tabella è j3x_menu la parte con #_ nella query va sostituita con j3x_

Riferimenti:

Subcategories

Joomla templates by a4joomla